Comunicato Stampa Aeroporto

safe_imageCome realtà territoriali dell’associazione “Libera” siamo chiamati ad osservare con attenzione le dinamiche del nostro territorio e vigilare che sia sempre la legalità democratica lo strumento, la modalità e il fine di ogni scelta politica. In tal senso, ci desta molta preoccupazione la prospettiva di attuazione sul nostro territorio di una grande opera come quella della pista parallela dell’aeroporto. Come sappiamo bene, purtroppo, la piana fiorentina è ormai da anni luogo di infiltrazioni mafiose e territorio dove le mafie investono e riciclano il loro denaro (proprio a Sesto Fiorentino abbiamo avuto una presenza camorristica nei sub-appalti che ci allarma non poco). 603px-Logo_liberaNon vogliamo pronunciarci in modo definitivo favorevoli o contrari alla costruzione della pista parallela, in quanto parte di un’associazione, Libera, che è apartitica; ci interessa conoscere quale sarà l’impatto ambientale per la piana fiorentina, ma non sentiamo di doverci esprimere in tal senso. Ciò che ci compete ed è nostro dovere, invece, è richiamare tutti i cittadini e le forze politiche a mantenere uno stato di allerta elevato rispetto alla costruzione di questa grande opera e delle altre già in via di attuazione che vedono protagonista l’area metropolitana fiorentina. Non ci illudiamo: nel nostro Paese tutte le grandi opere compiute negli ultimi decenni sono state oggetto di inchieste per reati riguardanti la corruzione, il riciclaggio, l’associazione mafiosa. Purtroppo la prospettiva è la stessa anche nel nostro caso e le premesse ci sono tutte: un territorio ricco dove le mafie hanno già investito e continuano ad investire e appalti da cifre capogiro che faranno gola ai poteri economici occulti. Auspichiamo, quindi, con forza e determinazione che tutte le parti coinvolte nel processo decisionale e attuativo tengano conto di questa situazione e prevengano questi rischi enormi attraverso tutti i mezzi a loro disponibili. Ricordiamo, inoltre, alle forze politiche sestesi che hanno firmato il nostro documento programmatico in occasione delle elezioni amministrative 2014 di Sesto Fiorentino, che si sono formalmente impegnate con noi e con tutta la cittadinanza a monitorare in modo continuo e capillare i procedimenti di appalto del nostro territorio per garantire la massima trasparenza e il contrasto alle mafie.

Presidio “Silvia Ruotolo” di Sesto Fiorentino
Presidio “Domenico Gabriele e Giovanni Letizia” di Campi Bisenzio
Coordinamento Provinciale di Firenze

Share Button
Download PDF

Associazioni e cittadini contro l’inceneritore

COORDINAMENTO DEI COMITATI DELLA PIANA

MEDICINA DEMOCRATICA SEZIONE DI FIRENZE

Comunicato stampa

ASSOCIAZIONI E CITTADINI RICORRONO AL TAR TOSCANA CONTRO

L’INCENERITORE DI CASE PASSERINI”

Il coordinamento dei comitati della piana fiorentina rende noto che, su sua richiesta,le principali associazioni ambientaliste nazionali WWF, Italia Nostra e il Forum ambientalista, con l’apporto tecnico dell’associazione Medicina Democratica, hanno presentato ricorso al TAR della Toscana per l’annullamento della delibera della Provincia di Firenze che ha approvato la valutazione di impatto ambientale (VIA) sull’inceneritore di case Passerini . Continue reading Associazioni e cittadini contro l’inceneritore

Share Button
Download PDF

Ciao Sara!

In questa dolorosa circostanza ogni parola suona superflua. Il gruppo “Un’altra Sesto è possibile” esprime le più sentite condoglianze alla famiglia di Sara Lapi per la sua prematura scomparsa

Share Button
Download PDF

A Firenze in 200 pedalano per Rifiuti Zero

10361508_283896111812405_3688130541066247529_n-640x675

Sabato 7 giugno, circa 200 attivisti hanno pedalato da Firenze, raggiunti da un gruppo proveniente da Sesto Fiorentino, fino all’Oasi WWF di Focognano per denunciare l’insostenibilità dell’incenerimento dei rifiuti e per promuovere una strategia Rifiuti Zero anche nella Piana fiorentina. Gli attivisti hanno voluto denunciare l’incompatibilità ambientale ed economica del progetto di costruzione di nuovi impianti di incenerimento come quello di Case Passerini, alle porte di Firenze. Continue reading A Firenze in 200 pedalano per Rifiuti Zero

Share Button
Download PDF

Pedalata per la Sostenibilità

pedalataLa lista di cittadini “Un’altra Sesto è possibile” aderisce all’iniziativa della pedalata per la sostenibilità promossa dall’associazione ambientalista  Rifiuti Zero Firenze. Tale iniziativa si svolge per accogliere l’arrivo del “Tour delle buone pratiche a Rifiuti Zero”, organizzato dall’associazione Zero Waste Italy e dal Centro di Ricerca Rifiuti Zero, che dal 22 maggio al 21 giugno premierà diciannove aziende in Italia, che si sono contraddistinte per le loro produzioni “virtuose” a basso impatto ambientale.

La pedalata sarà l’occasione per denunciare le scelte insostenibili prese dalla Provincia di Firenze in merito alla gestioni dei rifiuti, che attraverso il piano interprovinciale, ha previsto la costruzione di nuovi impianti di incenerimento, come quello di Case Passerini alle porte di Firenze.

Ci opponiamo con forza a questa scelta per varie ragioni:
– l’insostenibilità ambientale dell’incenerimento dei rifiuti;
– inefficienza energetica di questi impianti (recuperando risorse si genera più
energia);
– l’impatto sulla salute delle emissioni;
– la produzione di ceneri e scorie da smaltire in discariche speciali;
– gli elevati costi di realizzazione e manutenzione ordinaria;
– la staticità del sistema di gestione, che per mantenere in vita gli impianti di
incenerimento (198 mila tonnellate di rifiuti da bruciare all’anno) ostacola
l’adozione delle buone pratiche per una effettiva riduzione dei rifiuti.

Ritrovo alle ore 16.30 di Sabato 7 Giugno in piazza del comune a Sesto Fiorentino

Visita questo link per ulteriori informazioni
http://issuu.com/buju.anto/docs/pedalata_sesto

Share Button
Download PDF