Maurizio Quercioli Sindaco

Ripropongo un intervento rilasciato nei giorni della chiusura della Libreria Edison. E’ una testimonianza sui venti anni di vita di quella libreria e del mio amore per quel lavoro. Quella passione, quell’entusiasmo, quella disponibilità al rapporto con le persone, cerco di esprimerla anche nell’impegno di questi giorni e mi impegno a farne la base nel difficile compito di Sindaco di Sesto (Maurizio Quercioli)

 

Share Button
Download PDF

Quercioli risponde al Sindaco Gianassi

1781898_1421496801432435_621747679_nL’8 marzo il sindaco di Sesto Gianni Gianassi ha inviato una lettera aperta (riportata anche da La Nazione) che invitava ad uno sforzo unitario alle prossime elezioni amministrative. Questa la risposta di Maurizio Quercioli:

 

“apprezzo i toni e lo spirito della tua lettera.
Anche per me la politica ha sempre rappresentato partecipazione, valori, idee, passione per il bene collettivo. Confronto costruttivo con i bisogni delle persone, confronto continuo e non chiusura arrogante. Per me politica è non fare il tifo per qualcuno, non arroccarsi nelle ragioni della maggioranza, ma aprirsi sempre all’ascolto di tutti. Questo è lo spirito con cui ho accettato come indipendente la proposta di SEL di partecipare alle primarie del centro sinistra. Avevo un’idea sulla Sesto del futuro che volevo proporre agli elettori del centro sinistra e alla città, l’idea di una visione nuova del suo sviluppo basata su cultura e ambiente a partire dalla difesa e riqualificazione della Piana già troppo offesa in questi decenni e che, con le assurdità della pista parallela, che tu conosci bene, sarà ulteriormente aggredita. Questa mia visione, che è condivisa dalla mia coalizione e che spero si allarghi ad altri soggetti, è quella che proporrò a tutti i cittadini di Sesto alle prossime elezioni Amministrative. Mi dici che il candidato del PD, per la forza di questo partito, avrebbe prevalso nello scontro delle primarie: io so che nelle elezioni niente è mai scontato (tanto meno nelle primarie), ma solo il voto degli elettori della coalizione aveva diritto di decidere dopo un dibattito su programmi e strategie. SEL ha insistito per oltre un mese a chiedere il confronto delle primarie così intese raccogliendo anche tante firme dei cittadini, ma dal PD è arrivato solo un silenzio assordante. Il tuo appello ha contenuti e toni apprezzabili ma avviene curiosamente proprio alla vigilia del voto delle primarie in tutti i comuni della Toscana (quando anche i cittadini sestesi avrebbero potuto votare se non gli si fosse impedito senza una ragione). Sono stato e sarò sempre aperto al confronto, ma un vero confronto non è quello chiuso all’interno dei partiti, bensì aperto alla partecipazione di tutti i sestesi che devono essere coinvolti su tutti i temi in discussione.”

Adesso la parola passa agli elettori

martedì 11 marzo 2014 – Piananotizie

Share Button
Download PDF

Ben venga il cambiamento, ora però tocca alla Piana!

Riportiamo la notizia di questi due prossimi eventi chiantigiani.In coda potete leggere il commento di Lucia Carlesi, ex Consigliera Comunale della Lista Per un’altra San Casciano – Rifondazione Comunista, all’iniziativa di sabato 9 novembre “Rifiuti Zero” nel Chianti, l’unica direzione possibile.

2013-11-10-biomercatino-pozzolatico Continue reading Ben venga il cambiamento, ora però tocca alla Piana!

Share Button
Download PDF

Una troupe televisiva americana al banchino di “un’altra Sesto è possibile”.

img_1851Mercoledì 16 gennaio, una troupe di San Francisco guidata dal regista Will Parriniello e dal film-maker Victor Ibanez ,  per conto di un grande network di televisioni statunitensi, ha condotto un servizio sui temi del nuovo ambientalismo e in particolare sulla Strategia per Rifiuti Zero.

Il nostro banchino è stato il set img_1857improvvisato per interviste ai responsabili della Rete Nazionale Rifiuti Zero con il coinvolgimento dei cittadini. L’evento, nonostante la pioggia, si è dimostrato subito ben riuscito. Nei vari dialoghi sono stati affrontati i temi relativi alle alternative all’incenerimento per gestire in modo moderno i rifiuti. È stata una gradita occasione per offrire una’immagine migliore del nostro Paese e del nostro territorio, a fronte di quella vecchia e rigida dei nostri Amministratori pubblici che si ostinano a servire ricette a base di inceneritori e discariche.

Un grazie ai nostri volontari e ai cittadini che si sono prestati alle interviste.

Share Button
Download PDF