“NON BRUCIAMO IL FUTURO”

Sesto non merita l’inceneritore!
Merita un’altra Amministrazione!

La lista di cittadini “Un’altra Sesto è possibile” vi invita a
partecipare al dialogo sul nuovo libro di Rossano Ercolini
“NON BRUCIAMO IL FUTURO”
Martedì 13 Maggio 2014 ore 21.00
Cinema Grotta
cinemaGrotta_13maggio-page-001

scarica la locandina qui

Share Button
Download PDF

IL GIRO D’ITALIA DELLE BUONE PRATICHE A RIFIUTI ZERO

 

giro-italia-buone-praticheLa Zero Waste Italy e il Comune di Capannori (LU) promuovono in collaborazione con il Centro Ricerca Rifiuti Zero del Comune di Capannori, Ambiente e Futuro per Rifiuti Zero, Zero Waste Campania, Zero Waste Viterbo, Rifiuti Zero Firenze, Rifiuti Zero Sicilia il “Giro dItalia delle buone pratiche a Rifiuti Zero” dedicato alle aziende che simpegnano ed operano per i processi di produzione sia nellorganizzazione del sistema di gestione dei rifiuti che nellaccettazione dei prodotti restituiti e dei rifiuti che restano dopo il loro utilizzo.

Continue reading IL GIRO D’ITALIA DELLE BUONE PRATICHE A RIFIUTI ZERO

Share Button
Download PDF

Alternative all’inceneritore

Le alternative possibili all’inceneritore.

9729240-l-39-ecologia-del-riciclo-riutilizzo-e-riduzioneNegli USA e in Germania non li costruiscono più. Gli inceneritori sono stati sostituiti, negli USA, dalla raccolta differenziata spinta e in Germania con impianti di Trattamento Bio-Meccanico dei rifiuti.

“Gli inceneritori sono proposti ai paesi in via di sviluppo e anche all’Italia” afferma il Prof. Federico Valerio (Direttore dl Dipartimento di Chimica Ambientale dell’istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro-Genova), intervenuto alla conferenza sulle “Alternative agli Inceneritori”

Continue reading Alternative all’inceneritore

Share Button
Download PDF

NO AGLI INCENERITORI… IN 10 SEMPLICI MOSSE

Il Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori (Lu) ha diffuso in Italia il decalogo con i 10 passi da compiere per raggiungere l’obiettivo Rifiuti Zero. Abbiamo deciso di pubblicare e promuovere la strategia per farla diventare patrimonio comune, con l’obiettivo di coinvolgere sempre più cittadini e amministratori.

No agli inceneritori... in 10 semplici mosse

No agli inceneritori… in 10 semplici mosse

1. separazione alla fonte: organizzare la raccolta differenziata. La gestione dei rifiuti non e’ un problema tecnologico, ma organizzativo, dove il valore aggiunto non e’ quindi la tecnologia, ma il coinvolgimento della comunità chiamata a collaborare in un passaggio chiave per attuare la sostenibilità ambientale.
Continue reading NO AGLI INCENERITORI… IN 10 SEMPLICI MOSSE

Share Button
Download PDF

#barduccinonfirmare

Inceneritore1Sembra imminente la firma della Giunta Provinciale che consentirà, dopo l’ Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), e passati i 2 mesi canonici, l’apertura dei cantieri dell’inceneritore a Sesto Fiorentino.

Riteniamo l’eventuale firma un atto grave che esporrà la popolazione a gravi rischi per i quali la stessa ASL10 prescrive ”…monitoraggi sugli esiti riproduttivi (…), sull’andamento dei tumori (…),sulla catena alimentare e sui rischi da diossina e metalli pesanti (…)”.

Ripetiamo nuovamente che Hera commercializza anche sistemi alternativi e può impiantarne uno equivalente amministrando al meglio i propri interessi nella gestione dei rifiuti.

E’ la politica che deve invece riappropriarsi del ruolo di tutela della salute dei cittadini e del buon sviluppo del nostro territorio che è il più inquinato della Toscana.

Su di esso gravano infrazioni europee per i livelli di inquinamento dell’aria e per lo stesso motivo  Amministratori pubblici sono stati coinvolti in procedimenti giudiziari per sforamenti delle “deroghe” ai superi dei livelli ammessi dalla legge italiana.

Insistere nell’aggiungere nuove fonti inquinanti senza valutare le agevoli alternative gestionali ed impiantistiche totalmente prive di emissioni inquinanti è da irresponsabili!

Rinnoviamo quindi, l’appello al Presidente della Provincia, Andrea Barducci, a non accollarsi una così grave responsabilità.

logoUn’altra Sesto è Possibile

Share Button
Download PDF