Lode alla raccolta differenziata

RD_Calenzano_batte_tuttiE’ sicuramente positivo che si lodi l’alta percentuale raggiunta di raccolta differenziata nei comuni della Piana , Calenzano 65,64%, Fiesole 64,88%, Sesto Fiorentino 63,39&, Bagno a Ripoli 58,61%, Scandicci 55,88% Signa 54,31% e Campi Bisenzio 50,23% , ma queste amministrazioni, oltre a farsene vanto, chiedono mai conto al gestore Quadrifoglio qual è il ritorno economico derivato dal conferimento del differenziato, che se di qualità dovrebbe abbattere il costo di un servizio che noi cittadini paghiamo profumatamente ?

Share Button
Download PDF

SALVIAMO LA PIANA FIORENTINA!

Appello di Rossano Ercolini per salvare la Piana fiorentina.

La Piana non deve diventare la discarica di Firenze, ci sono alternative possibili e valide per il ciclo dei rifiuti.

I rifiuti vanno considerati risorse, solo così si innescano meccanismi virtuosi di recupero che possono creare posti di lavoro.

Share Button
Download PDF

Quando l’attivismo sociale paga. Il caso dell’amianto nelle tubature dell’acqua.

Una buona notizia per la campagna “No Amianto Publiacqua” lanciata da 2 settimane. tubi-acquaL’Autorità Idrica Toscana torna sui propri passi e dà ragione ancora una volta alla Campagna “No Amianto Pubiacqua”. Nessun aumento in bolletta per eliminare i 225 km di tubi in amianto che si traduce in un risparmio complessivo di corca 182 euro per utenza nel territorio servito da Publiacqua.  (continua a leggere…)

Share Button
Download PDF

Premio “Personaggio ambiente 2014”: Scegli il toscano giusto!

scegli il toscano giustohttp://www.personaggioambiente.it/

Share Button
Download PDF

Serata informativa e dibattito su: “Quale futuro per la salute degli abitanti della Piana Firenze, Prato, Pistoia”?

 

I comitati della Piana Firenze Prato Pistoia

VOLANTINO LIPPI 1

Share Button
Download PDF

L’AD di Amplifon, Franco Moscetti, in merito alla spending review, critica il progetto del nuovo aeroporto di Firenze.

Share Button
Download PDF

E questa la chiamate “pianificazione strategica”?

 

volantino La pianificazione strategica definitivovolantino La pianificazione strategica definitivo(1)_Pagina_2

articolo de LA NAZIONE “Meno Piste più Posti”

Share Button
Download PDF

Chi propone inceneritori non può essere esempio per altri

Quadifoglio&Cinesi

Abbiamo letto la recente notizia di un accordo di cooperazione tra Quadrifoglio e la società cinese Beijing JunZhengtai, interessata a studiare a livello internazionale i migliori know how per la gestione dei rifiuti per eventualmente realizzarli ed introdurli nell’area metropolitana di Pechino.
Tra le righe del comunicato della Quadrifoglio, che ovviamente si sforza di magnificare l’attenzione e di tessere le lodi degli industriali cinesi al progetto del nuovo inceneritore a Sesto Fiorentino, si intravede invece, il reale e concreto motivo di interesse degli ospiti orientali in visita in Toscana, inerente le tecnologie e le impiantistiche, a partire da quelle in dotazione alla Revet, che ottimizzano il riciclo dei metalli, del vetro e delle plastiche.
Crediamo, senza timore di smentite, che mentre l’Europa vieta il ricorso a inceneritori e discariche per ogni tipologia di rifiuto che sia riciclabile e compostabile (quindi quasi tutto) e decreta per legge l’Economia Circolare per favorire al massimo il recupero e riuso di ogni materiale, chi propone gestioni a base di inceneritori (con relativa discarica), si pone assolutamente fuori dalla storia e non può assumere il ruolo di esempio e di leader per altri.
Così, mentre continuiamo a contrastare con ogni strumento informativo lo sciagurato progetto dell’inceneritore a Case Passerini che bloccherà per decenni ogni possibile sviluppo di economia verde e condannerà al degrado il nostro territorio e Firenze, confortati dal diffuso e crescente appoggio della popolazione che sempre più ne esprime netta contrarietà, abbiamo chiesto alla Rete Nazionale Rifiuti Zero e alla Zero Waste Europe di articolare una risposta adeguata ed inviarla all’agenzia governativa cinese.
Nei prossimi giorni riceveremo la risposta, la pubblicheremo e ne daremo la massima diffusione.

Un’altra Sesto è possibile

Link al comunicato della Quadrifoglio:

 http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=181088

 

Share Button
Download PDF

Comunicato Stampa Aeroporto

safe_imageCome realtà territoriali dell’associazione “Libera” siamo chiamati ad osservare con attenzione le dinamiche del nostro territorio e vigilare che sia sempre la legalità democratica lo strumento, la modalità e il fine di ogni scelta politica. In tal senso, ci desta molta preoccupazione la prospettiva di attuazione sul nostro territorio di una grande opera come quella della pista parallela dell’aeroporto. Come sappiamo bene, purtroppo, la piana fiorentina è ormai da anni luogo di infiltrazioni mafiose e territorio dove le mafie investono e riciclano il loro denaro (proprio a Sesto Fiorentino abbiamo avuto una presenza camorristica nei sub-appalti che ci allarma non poco). 603px-Logo_liberaNon vogliamo pronunciarci in modo definitivo favorevoli o contrari alla costruzione della pista parallela, in quanto parte di un’associazione, Libera, che è apartitica; ci interessa conoscere quale sarà l’impatto ambientale per la piana fiorentina, ma non sentiamo di doverci esprimere in tal senso. Ciò che ci compete ed è nostro dovere, invece, è richiamare tutti i cittadini e le forze politiche a mantenere uno stato di allerta elevato rispetto alla costruzione di questa grande opera e delle altre già in via di attuazione che vedono protagonista l’area metropolitana fiorentina. Non ci illudiamo: nel nostro Paese tutte le grandi opere compiute negli ultimi decenni sono state oggetto di inchieste per reati riguardanti la corruzione, il riciclaggio, l’associazione mafiosa. Purtroppo la prospettiva è la stessa anche nel nostro caso e le premesse ci sono tutte: un territorio ricco dove le mafie hanno già investito e continuano ad investire e appalti da cifre capogiro che faranno gola ai poteri economici occulti. Auspichiamo, quindi, con forza e determinazione che tutte le parti coinvolte nel processo decisionale e attuativo tengano conto di questa situazione e prevengano questi rischi enormi attraverso tutti i mezzi a loro disponibili. Ricordiamo, inoltre, alle forze politiche sestesi che hanno firmato il nostro documento programmatico in occasione delle elezioni amministrative 2014 di Sesto Fiorentino, che si sono formalmente impegnate con noi e con tutta la cittadinanza a monitorare in modo continuo e capillare i procedimenti di appalto del nostro territorio per garantire la massima trasparenza e il contrasto alle mafie.

Presidio “Silvia Ruotolo” di Sesto Fiorentino
Presidio “Domenico Gabriele e Giovanni Letizia” di Campi Bisenzio
Coordinamento Provinciale di Firenze

Share Button
Download PDF

La maggioranza ignora cosa sia la strategia Rifiuti Zero…e difende la soluzione dell’incenerimento quale migliore soluzione al problema rifiuti.

Aulenti-inceneritore  Il 14 novembre Sesto Bene Comune ha proposto e ha portato alla discussione del Consiglio Comunale di Sesto Fiorentino una mozione sui temi dell’inceneritore di Case Passerini il cui testo abbiamo reso noto da tempo sul nostro sito e tramite facebook. Era la prima occasione per i consiglieri eletti solo sei mesi fa per affrontare questo delicato argomento.

Il dibattito ha fatto emergere con chiarezza la limitata conoscenza dei problemi da parte soprattutto dei consiglieri di maggioranza: essi hanno sostanzialmente difeso la idea di incenerimento come migliore soluzione al problema dei rifiuti. …continua >

testo dell’ordine del giorno presentato >

Share Button
Download PDF

Possibile avvio a gennaio dei lavori per la realizzazione dell’inceneritore di Case Passerini.

Potrebbero partire a gennaio i lavori per la realizzazione dell’inceneritore di Case Passerini visto che ad aprile è già stata approvata dalla Giunta provinciale di Firenze la valutazione di impatto ambientale (Via) e sono ora in attesa dell’Autorizzazione Unica al cui interno è prevista l’autorizzazione (Aia).

Il Comune di Sesto Fiorentino è invitato a partecipare nella prima seduta della Conferenza dei Servizi per il giorno 17 novembre 2014 al procedimento ai sensi degli artt. 12 e 13 della LR 39/2005 (Autorizzazione unica).

 

Il gruppo Sesto Bene Comune ha presentato un Ordine del giorno per il Consiglio Comunale di venerdì per impegnare la giunta affinché il Comune tenga fede ai propri impegni e partecipi alla conferenza dei servizi chiedendo, con forza, che si faccia una nuova VIS (valutazione d’impatto sanitario) per l’inceneritore di Case Passerini

 

Vedi l’OdG:   http://sestobenecomune.it/salute-sicurezza-nuova-vis-per-linceneritore-case-passerini/

 

Invitiamo i cittadini a partecipare al Consiglio Comunale o, per chi fosse impossibilitato, a collegarsi in diretta streeming a questo indirizzo: www.livestream.com/sestotvdiretta

Share Button
Download PDF