A chi giova l’inceneritore a Case Passerini. E a chi no.

Saluti-dalla-Piana-300x162  pubblicato il 23 luglio 2014 da Valeria Nardi su “La Città invisibile”.

 

 

 

Il 21 maggio scorso è stata approvata dalla Provincia di Firenze la procedura di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) sull’inceneritore di Case Passerini, nonostante le prescrizioni della ASL riportate sotto e le puntuali osservazioni presentate da associazioni ambientaliste (WWF, Italia Nostra), Medicina Democratica e Coordinamento dei comitati della Piana che sottolineavano le grossolane incongruenze contenute nel progetto presentato da Q Thermo, società nata dalla fusione di Quadrifoglio, al 60% e Hera, al 40%, colosso emiliano di luce, acqua, gas e rifiuti i cui vertici sono attualmente indagati a Milano per traffico illecito di rifiuti tossici e appalti truccati. –
Il 21 maggio scorso è stata approvata dalla Provincia di Firenze la procedura di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) sull’inceneritore di Case Passerini, nonostante le prescrizioni della ASL riportate sotto e le puntuali osservazioni presentate da associazioni ambientaliste (WWF, Italia Nostra), Medicina Democratica e Coordinamento dei comitati della Piana che sottolineavano le grossolane incongruenze contenute nel progetto presentato da Q Thermo, società nata dalla fusione di Quadrifoglio, al 60% e Hera, al 40%, colosso emiliano di luce, acqua, gas e rifiuti i cui vertici sono attualmente indagati a Milano per traffico illecito di rifiuti tossici e appalti truccati. – See more at: http://www.perunaltracitta.org/2014/07/23/a-chi-giova-linceneritore-a-case-passerini-e-a-chi-no/#sthash.m8LlXlUC.dpuf
Il 21 maggio scorso è stata approvata dalla Provincia di Firenze la procedura di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) sull’inceneritore di Case Passerini, nonostante le prescrizioni della ASL riportate sotto e le puntuali osservazioni presentate da associazioni ambientaliste (WWF, Italia Nostra), Medicina Democratica e Coordinamento dei comitati della Piana che sottolineavano le grossolane incongruenze contenute nel progetto presentato da Q Thermo, società nata dalla fusione di Quadrifoglio, al 60% e Hera, al 40%, colosso emiliano di luce, acqua, gas e rifiuti i cui vertici sono attualmente indagati a Milano per traffico illecito di rifiuti tossici e appalti truccati. – See more at: http://www.perunaltracitta.org/2014/07/23/a-chi-giova-linceneritore-a-case-passerini-e-a-chi-no/#sthash.m8LlXlUC.dpuf
Pubblicato il da
Pubblicato il da
Share Button
Download PDF

Ciao Sara!

In questa dolorosa circostanza ogni parola suona superflua. Il gruppo “Un’altra Sesto è possibile” esprime le più sentite condoglianze alla famiglia di Sara Lapi per la sua prematura scomparsa

Share Button
Download PDF

“No al Parlamento dei nominati e alle riforme che limitano i referendum e uccidono la democrazia partecipata.”

Appello_USP_FIRMA_petizione_contro_democrazia-autoritaria

 

Firma la petizione:

“No al Parlamento dei nominati e alle riforme che limitano i referendum e uccidono la democrazia partecipata”.

Share Button
Download PDF

Raccolta differenziata: quanta disinformazione

Tratto da “Il Fatto Emilia Romagna”  di Venerdì 11 Luglio 2014, riportiamo il commento di Marco Boschini, Coordinatore dell’Associazione dei Comuni virtuosi,  sull’articolo  di Pirani pubblicato oggi su “La Repubblica

di | 7 luglio 2014

campane_raccolta_differenziata  Poi leggi articoli come quello di Pirani oggi su

LaRepubblica” e ti rendi conto di quanto, una volta di

più, sia necessario raccontare altri modelli che, da anni,

portano risultati concreti e tangibili.

A differenza di quanto sostiene l’autore del pezzo, la raccolta differenziata porta a porta spinta dei rifiuti non costa di più dei sistemi spalleggiati dalla gran parte della politica nazionale che prima crea (ad arte) le emergenze per poi invocare soluzioni che sono contro il buonsenso e, tra le altre cose, ciò che ci chiede nientemeno che l’Europa. Continue reading Raccolta differenziata: quanta disinformazione

Share Button
Download PDF

“L’INCENERIMENTO È UNA TECNOLOGIA COMPLETAMENTE SUPERATA.”

Sègoléne RoyalDopo l’abbandono della tassa ambientale a favore di un nuovo sistema, il ministro dell’Ecologia, dello Sviluppo Sostenibile e l’energia francese, Sègoléne Royal, è in un programma televisivo. Rispondendo alle domande di Patrick Cohen, il Ministro francese, ha sostenuto che: “L’incenerimento è una tecnologia completamente superata, dovremmo andare verso una società a rifiuti zero.”
La notizia ha dell’incredibile perché la Francia è una delle nazioni con più inceneritori al mondo.

Qui potete vedere la trasmissione
http://www.dailymotion.com/video/x2022na_segolene-royal-je-crois-beaucoup-a-la-politique-par-la-preuve_news?start=191

Umbria verso Rifiuti Zero

Share Button
Download PDF

A Firenze in 200 pedalano per Rifiuti Zero

10361508_283896111812405_3688130541066247529_n-640x675

Sabato 7 giugno, circa 200 attivisti hanno pedalato da Firenze, raggiunti da un gruppo proveniente da Sesto Fiorentino, fino all’Oasi WWF di Focognano per denunciare l’insostenibilità dell’incenerimento dei rifiuti e per promuovere una strategia Rifiuti Zero anche nella Piana fiorentina. Gli attivisti hanno voluto denunciare l’incompatibilità ambientale ed economica del progetto di costruzione di nuovi impianti di incenerimento come quello di Case Passerini, alle porte di Firenze. Continue reading A Firenze in 200 pedalano per Rifiuti Zero

Share Button
Download PDF

Pedalata per la Sostenibilità

pedalataLa lista di cittadini “Un’altra Sesto è possibile” aderisce all’iniziativa della pedalata per la sostenibilità promossa dall’associazione ambientalista  Rifiuti Zero Firenze. Tale iniziativa si svolge per accogliere l’arrivo del “Tour delle buone pratiche a Rifiuti Zero”, organizzato dall’associazione Zero Waste Italy e dal Centro di Ricerca Rifiuti Zero, che dal 22 maggio al 21 giugno premierà diciannove aziende in Italia, che si sono contraddistinte per le loro produzioni “virtuose” a basso impatto ambientale.

La pedalata sarà l’occasione per denunciare le scelte insostenibili prese dalla Provincia di Firenze in merito alla gestioni dei rifiuti, che attraverso il piano interprovinciale, ha previsto la costruzione di nuovi impianti di incenerimento, come quello di Case Passerini alle porte di Firenze.

Ci opponiamo con forza a questa scelta per varie ragioni:
– l’insostenibilità ambientale dell’incenerimento dei rifiuti;
– inefficienza energetica di questi impianti (recuperando risorse si genera più
energia);
– l’impatto sulla salute delle emissioni;
– la produzione di ceneri e scorie da smaltire in discariche speciali;
– gli elevati costi di realizzazione e manutenzione ordinaria;
– la staticità del sistema di gestione, che per mantenere in vita gli impianti di
incenerimento (198 mila tonnellate di rifiuti da bruciare all’anno) ostacola
l’adozione delle buone pratiche per una effettiva riduzione dei rifiuti.

Ritrovo alle ore 16.30 di Sabato 7 Giugno in piazza del comune a Sesto Fiorentino

Visita questo link per ulteriori informazioni
http://issuu.com/buju.anto/docs/pedalata_sesto

Share Button
Download PDF

Grazie

logoVogliamo ringraziare i 741 cittadini sestesi che ci hanno invitato a continuare la lotta per uno sviluppo migliore e sostenibile del nostro territorio, contro lo scempio dell’inceneritore e del potenziamento dell’aeroporto. Ed insieme a loro ringraziamo tutti gli altri che, al pari consapevoli di quanto sia serio il pericolo che corre il nostro territorio, si sono uniti sotto Maurizio Quercioli ed hanno consentito alla coalizione “Sesto Bene Comune” di diventare una realtà politica rilevante di cui occorre tener conto.

Rimane il rammarico per la mancata vittoria di Maurizio e, minore,  per il non raggiungimento della soglia per un nostro consigliere.

Ma ora occorre ripartire e rilanciare, con la voce dei consiglieri della nostra coalizione e con la presenza tra la gente, la necessaria azione politica per invertire la sciagurata politica del nostro territorio.

A presto quindi,

Un’altra Sesto è possibile

Share Button
Download PDF

UNA SCALATA CHIAMATA AEROPORTO

aeroporto-firenzeDimenticate ciò che sapete dell’aeroporto di Firenze. Dimenticate la variante al PIT, la scelta tra pista parallela-convergente e pista  divergente, il cosiddetto percorso partecipativo. Soprattutto, dimenticatevi del parco della piana. E anche noi, del resto, il nostro Dossier aeroporto possiamo buttarlo nella differenziata. Niente di tutto ciò è stato vero. La vera partita dell’aeroporto di Peretola emerge ora, con tutti i suoi retroscena, ed è stata giocata ben lontana dagli occhi dei cittadini (e, verrebbe da dire, in violazione di tutte le procedure e di tutte le norme di Dio e degli uomini). Di questa vicenda non siamo stati nemmeno spettatori, nemmeno pubblico pagante. O, per meglio dire, non siamo stati pubblico, ma certo saremo paganti, in termini economici e in termini sanitari. Il tutto alla maggior gloria di un gruppo di persone che, senza passare per alcun percorso democratico (se ci passate l’ironia), si sta impadronendo del nostro territorio. Eppure il futuro non è ancora scritto, e forse è ancora possibile fare qualcosa. Ma per capire qualcosa del futuro, val meglio rimettere indietro le lancette dell’orologio di qualche giro.

Continue reading UNA SCALATA CHIAMATA AEROPORTO

Share Button
Download PDF

Come e quando si vota?

Scheda_Ele_Fac-Simile_LALTASESTO-page-001
QUANDO SI VOTA?

Le Elezioni Amministrative del 2014 si terranno domenica 25 maggio, in concomitanza con le Elezioni Europee. I seggi saranno aperti dalle ore 7 alle 23 

DOVE SI VOTA?

Ogni elettore vota nella sezione elettorale il cui numero è riportato sulla tessera elettorale. Potete consultare il vostro seggio nel sito del comune cliccando qui

Continue reading Come e quando si vota?

Share Button
Download PDF